Guide

Autovelox mobili: cosa sono e come funzionano?

I sistemi di autovelox mobili sono in grado di catturare immagini dei veicoli in transito in modo tempestivo, fornendo agli agenti stradali uno strumento efficace per controllare la velocità di chi guida. Di recente, questi sistemi sono divenuti un mezzo valido ed efficace di monitoraggio e prevenzione dei pericoli sulla strada. Quindi, qual è la loro reale efficacia? Come funzionano gli autovelox mobili e come possono influenzare l’utente ed evitare pericolose infrazioni stradali? É importante sapere come funzionano questi dispositivi per un corretto uso della strada. Ecco i pro e i contro degli autovelox mobili!

Come Funzionano gli Autovelox Mobili

Gli autovelox mobili sono un sistema di rilevazione della velocità in grado di controllare qualsiasi automobile in qualsiasi momento. Sono costituiti da un dispositivo di rilevamento e rilevazione, campione di un computer con GPS, radiogoniometro, display e una macchina fotografica. Vengono posizionati a terra, principalmente su binari oppure su furgoni, auto private e veicoli off-road. Una volta rilevati, i dati sono inviati per essere elaborati ed eventualmente risultanti in sanzioni. Grazie a questo sistema, la polizia assicura che gli automobilisti rispettino il limite di velocità.

Come Funzionano gli Autovelox Fissi e Mobili?

Molti automobilisti possono incontrare gli autovelox, sia fissi che mobili, quando si dirigono verso la loro destinazione, ad ogni tipo di velocità. Gli autovelox fissi sono strutture permanenti chiamate autobox che possono essere muniti di flash o del sistema a infrarossi, e le loro funzioni possono essere attive anche di notte. Gli autovelox mobili, al contrario, richiedono la presenza di una volante delle forze dell’ordine e sono principalmente utilizzati nei centri urbani: se il conducente viene multato, deve essere in grado di contestare immediatamente la sanzione in presenza dell’agente. E’ importante notare che tutti gli autovelox, sia fissi che mobili, devono essere segnalati lungo le strade con un apposito segnale.

READ  Qual è la differenza tra luci abbaglianti e anabbaglianti e quando si usano?

Tipi di Autovelox Mobili

L’autovelox mobile permette di rilevare i veicoli in eccesso di velocità e assicurare che i limiti stradali vengano rispettati. Esistono diversi tipi di autovelox mobili, ognuna caratterizzata da una propria funzionalità. Un esempio è il Videovelox, posizionato sul tetto dell’auto delle Forze dell’Ordine, che può anche funzionare in movimento. Un altro esempio è il Telelaser, una pistola usata per emettere impulsi laser sul veicolo, in modo tale da fornire ulteriori informazioni relative alla velocità. Il Telelaser TruCam invece, consente di realizzare video in HD fino a 1,2 km di distanza, consentendo una rilevazione più accurata e completa.

Tipologie di Autovelox Moderni

Gli autovelox sono dispositivi che hanno come obiettivo principale rilevare eventuali eccessi di velocità sulla strada e devono essere installati in base alla tipologia di rilevatore. Gli autovelox fissi utilizzano una fotocellula per individuare le auto in eccesso di velocità, ma i più moderni dispongono anche di telecamere, fotocamere, raggi laser e infrarossi. Un esempio di autovelox moderno è il Telelaser trucam, in grado di agire a 1 km di distanza mantenendo un’immagine nitida del reato, con la possibilità di rilevare anche altre trasgressioni. Si tratta di uno strumento potente in grado di tenere sotto controllo la sicurezza stradale.

Lascia un commento